www.leonardo.it
telemeditalia
Anno XII - Edizione 9 - dicembre 2016
 

ViosWorks: la risonanza magnetica cardiaca in 7D

Cinzia Iannaccio
tag alt

La risonanza magnetica cardiaca non avrà più segreti d'ora in poi, grazie ad una innovativa applicazione capace di mostrare le immagini del cuore e del flusso sanguigno ad esso afferente in 7 D ovvero in 7 diverse dimensioni: nello specifico 3 nello spazio, una nel tempo e 3 in velocità e movimento. Il software che permetterà tutto ciò si chiama ViosWorks, ed è frutto della ricerca tecnologica e della collaborazione tra GE Healthcare, divisione medicale di General Electric, e Arterys, società specializzata nell’imaging medico intelligente, basato su piattaforme Cloud.

Comunemente la risonanza magnetica cardiaca (o cardio RM) si utilizza per analizzare la struttura del cuore, con particolare riferimento al miocardio, al movimento, alla perfusione del sangue e dunque dell'ossigenazione, nonché alla sua efficacia funzionale. Non a caso questa indagine viene richiesta per escludere o diagnosticare cardiomiopatie, malformazioni, fibrosi post infarto, problemi alle valvole cardiache, dell'aorta o dei vasi polmonari. Il tutto con scansioni (foto) dell'anatomia del cuore, nelle varie fasi di acquisizione delle immagini.

La nuova tecnologia supera però il limite "anatomico" del test arrivando a riprendere il flusso del sangue al cuore in movimento ed in modo cinematico. Non solo. Rispetto alla RM cardiaca tradizionale- che richiede anche un'ora- con questa applicazione l'esame potrà essere svolto più rapidamente (10-20 minuti) ed in modo assolutamente più confortevole per il paziente: a respiro libero per circa 8 minuti in totale, senza la necessità di trattenere lungamente il fiato o rimanere troppo a lungo nel macchinario che può dare un senso di claustrofobia.

L'obiettivo con cui è stato messo a punto tale software era infatti proprio quello di porre al centro dell'indagine diagnostica il benessere di chi vi si sottopone. Ora anche le persone più ansiose e meno collaborative, grazie alla rapidità e alla precisione delle scansioni potranno sottoporsi al test senza troppe difficoltà.

Questo nuovo software applicativo favorirà inoltre la distinzione tra un tessuto cardiovascolare danneggiato /cicatrizzato ed uno sano, mostrando la contrazione ventricolare in tempo reale e consentendo anche di analizzare il percorso corretto del sangue nel cuore e nel suo distretto vascolare.

Per elaborare poi le informazioni complesse, è dotato di una piattaforma di visualizzazione su Cloud-sempre in real time-, in grado di fornire dati quantitativi e referti strutturati.

La diagnosi di una malattia cardiovascolare diventa più precisa e rapida, sotto ogni punto di vista (sia per il paziente che per il medico).

Il nuovo device in partnership è stato presentato di recente in occasione della 101esima Assemblea Scientifica della Radiological Society of North America (RSNA) che si è svolta a Chicago. In pratica il software messo a punto dalla Arterys, già autorizzato dalla FDA statunitense nel 2014 e da tempo utilizzato per scopi di ricerca in strutture (non specificate) degli Stati Uniti e dell'Europa, sarà a breve disponibile per vecchi e nuovi macchinari per la risonanza magnetica cardiaca General Electric.

ViosWorks attualmente non è infatti ancora in commercio (si attendono a breve le ultime autorizzazioni per l'abilitazione alla macchine GE), ma promette di avere un fortissimo impatto su tutto i settore sanitario, date le caratteristiche. Per tale motivo non se ne conoscono ancora i costi per le strutture che eventualmente vorranno dotarsene, ma certi sono i risparmi del suo eventuale utilizzo.

La CDC (Centers for Disease Control and Prevention) stima infatti che entro il 2030, i costi associati alle malattie cardiovascolari potrebbero superare gli 818.000.000.000 $ l'anno, con un ulteriore perdita di 275.000.000.000 $ per perdita di produttività da parte dei pazienti. Questo senza parlare dell'aspetto emotivo per i malati e le famiglie, oltre che per i decessi. Un device come ViosWorks non potrà che abbattere tali cifre, favorendo una diagnosi più precisa e più rapida, per più persone (4 con un macchinario nel medesimo tempo con cui attualmente si interviene su un solo individuo).

(Certamente bisognerà seguire il work in progress di ViosWorks per rilevare i risultati che ottiene e le applicazioni che ne vengono fatte. Il dispositivo per essere compiutamente applicato ed essere immesso sul mercato della sanità ha bisogno di approfondimenti ed appare essenziale una divulgazione sul “percorso” del device in parola per rilevarne anche i costi, un dato essenziale per i sistemi sanitari, che sono costretti a tener conto delle risorse disponibili ed erogabili. Ed investire nella divulgazione è un aspetto che interessa anche il Marketing- N.d.r.)


Redazione

TELEMEDITALIA - Giornale mensile on-line Direzione, Redazione, Amministrazione: via Clemente IX,8 – 00167 Roma Tel. e Fax : 06/6279225
www.telemeditalia.it
direttoretelemed@gmail.com

Comitato di Direzione
Coordinamento Redazionale
  • Area Medica: Dott.ssa Valentina Lupi
  • Pagina Facebook: Antonella Ronzulli
  • Rapporti con le Istituzioni e con le Aziende:
    Raffaele Bernardini

paginemediche.it Network
Testata registrata presso il Trib. di Roma nr. 471/2006 del 13/12/2006 © 2009 Telemeditalia.it - All rights reserved.