telemeditalia
Anno X - Edizione 8 - settembre 2014
 

Sanità elettronica ed e-health in Lombardia

Valentina Generali
tag alt

Dal sistema informativo socio sanitario regionale alla sperimentazione delle ricette elettroniche: ecco cosa ci ha raccontato in un’intervista l’assessore alla Salute per la Regione Lombardia, Mario Mantovani.


Siamo in un’era dominata dalla tecnologia.A che punto siamo in Lombardia in termini di sanità elettronica?

Con il Progetto SISS (Sistema Informativo Socio Sanitario), avviato da oltre dodici anni, Regione Lombardia ha costituito una vera infrastruttura informatica che ha coinvolto circa 150.000 persone, 7.900 medici di famiglia, 2.600 farmacie. Sono stati raggiunti risultati importanti: 6 milioni di fascicoli attivati, oltre 3 milioni di consultazioni da parte dei medici e 550.000 da parte dei cittadini. Ogni anno attraverso il SISS girano circa 94 milioni di prescrizioni e 18 milioni di documenti clinici elettronici.

Ci sono progetti nuovi in cantiere in tema di E-Health?

Coerentemente allo sviluppo e alle potenzialità rappresentate dalla rete informatica, Regione Lombardia intende perseguire anche nei prossimi anni un chiaro percorso di innovazione. La rete infatti sarà uno strumento essenziale per assicurare la continuità di cura di quei pazienti che, pur non necessitando più di un'alta intensità di cura (ricovero ospedaliero), potranno essere adeguatamente assistiti al proprio domicilio.

Desideriamo poi rendere il cittadino sempre più protagonista: tramite il portale dei Servizi Socio-Sanitari www.crs.regione.lombardia.it/sanita, sarà possibile consultare i propri dati anagrafici e le esenzioni, il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), cambiare il medico, prenotare visite ed esami. Meno code e più servizi insomma.

Qualche aspetto in particolare che le sta a cuore e su cui intende intervenire nel breve termine? Ad esempio si stanno diffondendo oramai molto le ricette elettroniche.

In collaborazione con il Ministero Economia e Finanze, Regione Lombardia ha già avviato da due anni la sperimentazione della cosiddetta ricetta elettronica, in particolare presso le ASL di Bergamo, Como e Lecco. Ora ci prepariamo ad affrontare l'estensione di tale modalità a tutta la Regione, sia a livello farmaceutico che ambulatoriale. Sarà una piccola rivoluzione per tutti i Lombardi fino ad oggi abituati alla classica ricetta cartacea.

Ha confermato per il 2013 l'impegno al sostegno dello sviluppo della Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica. Ci può dire qualcosa in piu’ in merito? Ci sarà qualche novità anche in tema di nuove tecnologie usate?

La Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica rappresenta il punto strategico di riferimento e coordinamento regionale della ricerca per tutti gli operatori, pubblici e privati, con l’obiettivo di promuovere iniziative nel settore della ricerca biomedica e biotecnologica. Il nostro Piano Regionale di Sviluppo ha già stabilito gli ambiti di interesse che la Fondazione dovrà perseguire nei prossimi anni e a tal fine sono stati messi a disposizione circa 25 milioni di euro.


Redazione

TELEMEDITALIA - Giornale mensile on-line Direzione, Redazione, Amministrazione: via Clemente IX,8 – 00167 Roma Tel. e Fax : 06/6279225
www.telemeditalia.it

  • Editore:
    Raffaele Bernardini
    cell. 339/2383393
  • Direttore Editoriale: Francesco Amenta
  • Direttore Responsabile:
    Raffaele Bernardini
    cell. 339/2383393
  • Redattore Capo:
    Simone Ceccarelli
  • Redazioni in Milano ed in Parigi
Comitato di Direzione
Coordinamento Redazionale
  • Area Medica: Dott.ssa Valentina Lupi
  • Pagina Facebook: Antonella Ronzulli
  • Rapporti con le Istituzioni e con le Aziende:
    Raffaele Bernardini

Testata registrata presso il Trib. di Roma nr. 471/2006 del 13/12/2006 © 2009 Telemeditalia.it - All rights reserved.