www.leonardo.it
telemeditalia
Anno X - Edizione 11 - dicembre 2014
 

Tricologia chirurgica al San Raffaele di Milano

Elisa Di Battista

E’ stato di recente attivato presso l'Unità di dermatologia e cosmetologia dell'Ospedale San Raffaele di Milano, il nuovo ambulatorio di Tricologia Chirurgica, rivolto a coloro che soffrono di calvizie e diradamento dei capelli. Dall’équipe di tricologia, diretta dal prof. Santo Raffaele Mercuri, dermatologo, e grazie alla collaborazione col dott. Vincenzo Gambino, specializzato in tricologia medica e chirurgica e fautore dell’introduzione negli anni Novanta, in Italia, delle tecniche americane d’avanguardia, è nato un team di cinque specialisti del settore tricologico.

A soffrire di calvizie sono circa 19 milioni di italiani, e ad esserne colpiti non sono solo gli uomini: «anzi, su cento pazienti che soffrono di diradamento dei capelli, – spiega il prof. Mercuri –  trenta sono donne, vittime di un processo legato a fattori ereditari e genetici». La tecnica dell’autotrapianto non è invasiva, si effettua in day-hospital ed in anestesia locale. Consiste nel prelievo dei bulbi donatori da una singola striscia sulla nuca, area in cui i capelli tendono a cadere meno in quanto resistenti all'azione del diidrotestosterone, responsabile del diradamento. Ciascuna unità follicolare, costituita dal follicolo pilifero e da uno a quattro capelli, viene rimossa dallo scalpo in un singolo innesto follicolare in modo da ottenere un'elevata quantità di capelli.

«Per prevenire il danno follicolare e il cosiddetto ‘effetto bambola’ (ovvero l’antiestetica presenza di piccoli buchi sul cuoio capelluto, Ndr.) – spiega il prof. Mercuri – ogni capello è sezionato sotto un potente microscopio stereoscopico e inserito con particolare attenzione nel sito di ricezione, nell'area diradata o glabra del cuoio capelluto». Nell’area donatrice rimane praticamente invisibile la sottile cicatrice necessaria per prelevare i bulbi, grazie alle suture tricofitiche che consentono ai capelli di crescere all'interno della cicatrice stessa. Il bulbo follicolare prelevato e trapiantato altrove rimane intatto, così che i capelli possano ricevere nutrimento autonomamente e ricrescere nell’arco di 6-15 settimane seguendo la naturale direzione di crescita adeguata alla zona, per un risultato che rimane stabile nel tempo. «L’intervento – prosegue il prof. Mercuri – dura circa 4 ore e garantisce un esito assolutamente naturale, risolve i problemi di calvizie e previene il diradamento futuro. Il paziente, durante l’operazione, è sveglio, seduto, può guardare la tv e addirittura mangiare. Nell’arco di 24 ore può farsi uno shampoo, e in una settimana i punti di sutura vengono tolti».

Non si pensi che quello dell’alopecia sia un problema che riguarda esclusivamente le persone mature: la calvizie riguarda anche ragazzi dai 18 anni d’età in su, e il dottor Gambino è conosciuto proprio per la sua tecnica di autotrapianto della chierica su pazienti giovani, che liberandosi dall’imbarazzo del diradamento precoce dei capelli, mantengono risultati naturali in modo definitivo.
Il team del San Raffaele opera in sinergia con l’équipe del reparto di Tricologia già esistente, specializzato in particolar modo nella biorivitalizzazione con piastrine, volta alla stimolazione della crescita dei capelli e al rallentamento della loro caduta. «Siamo l’unico dipartimento a possedere il laser a eccimeri – spiega Mercuri – che consente la biorivitalizzazione del cuoio capelluto».

Per l’intervento di autotrapianto dei capelli non sono previste controindicazioni, ma è impedito a pazienti affetti da gravi patologie cardiache ed a diabetici insulino- dipendenti.


Redazione

TELEMEDITALIA - Giornale mensile on-line Direzione, Redazione, Amministrazione: via Clemente IX,8 – 00167 Roma Tel. e Fax : 06/6279225
www.telemeditalia.it

  • Editore:
    Raffaele Bernardini
    cell. 339/2383393
  • Direttore Editoriale: Francesco Amenta
  • Direttore Responsabile:
    Raffaele Bernardini
    cell. 339/2383393
  • Redattore Capo:
    Simone Ceccarelli
  • Redazioni in Milano ed in Parigi
Comitato di Direzione
Coordinamento Redazionale
  • Area Medica: Dott.ssa Valentina Lupi
  • Pagina Facebook: Antonella Ronzulli
  • Rapporti con le Istituzioni e con le Aziende:
    Raffaele Bernardini

Testata registrata presso il Trib. di Roma nr. 471/2006 del 13/12/2006 © 2009 Telemeditalia.it - All rights reserved.